Copertina dell'escursione di Stelvio Trekking del 7 Luglio 2018 alla Cima di Val Cancano

Cima di Val Cancano (m 2943) – Escursione di Sabato 7 Luglio 2018

Una cima selvaggia e poco conosciuta, al culmine di una valle solitaria e bellissima, il tutto per un’escursione fuori dagli schemi.

Quando si nomina la Val Cancano, quasi tutti pensano che si tratti della vallata dove sono adagiati i due bacini artificiali dei Laghi di Cancano. Errato, quella è la Valle di Fraele! La Val Cancano, assai meno conosciuta e frequentata, è una sua piccola laterale confinante con la Svizzera, nota per la bellezza delle sue stelle alpine. Essa è caratterizzata da immani pendii ghiaiosi che digradano dalle quattro imponenti cime che la chiudono a ferro di cavallo: il Monte Solena, il Piz Schumbraida, il Monte Cornaccia e la nostra meta, la Cima di Val Cancano. Questa è un enorme testone di roccia e detriti che si erge esattamente in fondo alla valle, da cui prende il nome.

La Cima di Val Cancano è delimitata ad Est e ad Ovest da due nette insellature che permettono di sconfinare in Svizzera: la Bocchetta di Cancano ed il Passo di Val Cancano. Entrambi i valichi verranno toccati dalla nostra magnifica escursione.

Attenzione!

per partecipare alla gita è necessario prenotarsi al n. +39 347 580 51 92, entro le ore 20 del giorno 06/07/2018.

Il Lago di Cancano e le Cime di Plator visti dal sentiero che sale in Val Cancano

L’escursione alla Cima di Val Cancano

Dal parcheggio di Solena, un bel sentiero nel bosco di Pino mugo ci permetterà di prendere quota e di inoltrarci nella selvaggia Val Cancano. Usciti dalla vegetazione, l’attraversamento di un severo e franoso canalone metterà subito alla prova il nostro equilibrio. Subito dopo, presso una palina segnaletica errata, raggiungeremo i bellissimi prati di fondovalle costellati di magnifiche stelle alpine. Qui, parecchi anni or sono, sorgeva un’antica casera, della quale rimangono ormai solo i ruderi. Da questo punto, il nostro cammino procederà salendo su traccia discontinua in fantastico ambiente detritico. Giunti sul grande pianoro alla testata della valle, ci dirigeremo alla Bocchetta di Cancano (m 2809); da questa, tramite un’ultima faticosa rampa detritica raggiungeremo la docile cresta e, in breve, la sommità della Cima di Val Cancano. A dire il vero Vista mozzafiato su tutto il circondario.

La discesa

Dalla Cima di Val Cancano percorreremo tutta la dorsale Sud ed il pendio Sud-Ovest, fino a raggiungere il Passo di Val Cancano (m 2813). Su tracce di sentiero, scenderemo brevemente al grande pianoro alla testata della valle. Da qui, con una selvaggia discesa alternativa, torneremo ai ruderi della casera e, tramite il sentiero dell’andata, al parcheggio.

Dalla Cima di Val Cancano bellissima vista sul Piz Schumbraida, la Val Schumbraida e la Bocchetta di Cancano

Dettagli

– dislivello in salita: m 970;
– durata dell’escursione (soste escluse): ore 5:30;
– partenza escursione: ore 8:30 dal Parcheggio di Solena. Possibilità di “car sharing” da Bormio o Valdidentro per raggiungere insieme il parcheggio;
– difficoltà: EE – Percorso adatto ad escursionisti esperti e discretamente allenati. Utile avere dimestichezza su terreni detritici;
– escursione non adatta ai bambini. Adatta ai ragazzi dai 14 anni in su, solo se accompagnati da un adulto e ben allenati;
– costo: adulti 30 €, ragazzi fino ai 18 anni 20 €.
– la quota di partecipazione comprende: accompagnamento professionale con Guida.
– a seconda delle condizioni del terreno, l’itinerario potrà subire alcune variazioni. Resta fissa, comunque, la meta.

Consigli

– calzature: per questa escursione si consigliano scarponi alti robusti con suola scolpita in Vibram;
– si consiglia di portare i bastoncini da trekking;

La Cima La Casina, la Val da Tea Fondada e la Val Mora dalla Cima di Val Cancano

Evento Facebook dell’escursione alla Cima di Val Cancano

Torna alla pagina del Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat